OGHAM (alfabeto arboricolo)

OGHAM


L'Ogham è un antico alfabeto diffuso in Irlandia, Scozia e Galles del quale si contano centinaia di ritrovamenti indicativamente tra il 3° e il 7° secolo  DC. La sua caratteristica principale è quella di non avere lettere di forme differenti, ma di ottenere le differenti lettere con un numero diverso di incisioni a destra, a sinistra o attraverso una linea che costituisce il fulcro dello scritto. Il suo utilizzo è materia controversa: vista la sua composizione di linee incrociate un'ipotesi è che servisse inizialmente a contare, altre teorie ne voglion invece un linguaggio simbolico utilizzato da druidi con significati sciamanici La tradizione narra che fu inventato dal dio Ogma Viso-di-Sole, quando lo utilizzò per scrivere il primo messaggio Ogham al Dio Lug su un bastoncino di betulla (la betulla è quindi il primo segno, o lettera, nella serie dell'Ogham). In effetti si ritiene che quelli giunti fino a noi siano soltanto una minima parte degli Ogham originari proprio perchè spesso erano iscritti su supporti deperibili come cortecce e parti di albero. L'alfabeto Ogham è formato da 4 serie di cinque lettere-alberi a cui ne è stata successivamente aggiunta una.

Fu Edward Davies, un antiquario del XIX° secolo a scoprie come i segni dell'Ogahm fossero legati ciascuno ad un particolare albero ed a ricostruire un antico calendario su di essi basato. Secondo altre fonti invece Davies semplicemente inventò di sana pianta queste corrispondenze senza solide basi documentali.

L'alfabeto ogham è chiamato anche Beth-Luis-Nion (BLN dal nome dei primi alberi-lettere che lo compongono, Betulla/Sorbo/Frassino) ognuno con un significato preciso. St. Justin ha associato alcuni di questi alberi-lettere ai mesi dell'anno, utilizzando in questo modo solo 12 Ogham.